Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Riconoscimento di adozione britannica

Due genitori, di cui almeno uno cittadino italiano residente nel Regno Unito da almeno due anni continuativi e iscritto all’AIRE nella circoscrizione di Manchester, che abbiano adottato un minorenne straniero possono presentare istanza tramite questo Consolato al competente Tribunale per i Minorenni (quello del luogo di ultima residenza della coppia o, quando non sia possibile stabilire quale sia stata l’ultima residenza, quello di Roma) per richiedere la dichiarazione di efficacia in Italia del provvedimento di adozione britannico. Una volta dichiarata l’efficacia dell’adozione, il minore acquisterà automaticamente la cittadinanza italiana, per effetto della trascrizione del provvedimento di adozione.

Per chiedere la trasmissione dell’istanza andrà presentata la seguente documentazione:

  1. l’apposito modulo compilato ma non firmato (la firma va apposta solo allo sportello, in presenza di un funzionario);
  2. prova di residenza del genitore italiano (o dei genitori italiani) che dimostri la residenza in questa circoscrizione consolare;
  3. atto integrale di nascita dell’adottato, legalizzato e tradotto Legalizzazioni, apostílle e traduzioni – Consolato d’Italia a Manchester (esteri.it), rilasciato prima dell’atto di adozione britannico: se il minore adottato è nato in Regno Unito, full birth certificate, in caso contrario servirà il certificato del Paese d’origine;
  4. atto integrale di nascita dell’adottato, legalizzato e tradotto Legalizzazioni, apostílle e traduzioni – Consolato d’Italia a Manchester (esteri.it);
  5. sentenza di adozione britannica, legalizzata e tradotta Legalizzazioni, apostílle e traduzioni – Consolato d’Italia a Manchester (esteri.it).

La documentazione dovrà essere prodotta in originale più una fotocopia e inviata a:

Consolato d’Italia – SEZIONE NOTARILE

58 Spring Gardens

Manchester M2 1EW

Verificata la documentazione, i richiedenti verranno convocati per certificare le traduzioni e autenticare la firma sulla richiesta. All’appuntamento dovranno presentarsi entrambi i coniugi, muniti di valido documento d’identità (passaporto o carta d’identità). Il servizio è gratuito.

aggiornamento 03.06.2024 EM